Ofelia

1/3

Ofelia è una donna di 92 anni, è sempre stata una donna come le piace dire “tutta di un pezzo”.
Una lavoratrice, una viaggiatrice, una mamma e una nonna. Ha cresciuto per molti anni da sola i due figli,
Giampiero e Giancarlo. Vive in un grande appartamento, in un condominio di una cittadina della provincia
toscana. Ha sempre abitato in quella zona.
Passa le giornate davanti alla finestra e alla tv, in camera a rimettere a posto indumenti e asciugamani,
cambiando continuamente il posto. Quando il tempo è clemente e temperato si affaccia dalla terrazza
osservando la vita nella strada sottostante. Mangia spesso gelati, prevalentemente cornetti con panna e
qualche volta con cioccolato o, più raramente, amarena. Trova sollievo nelle piccole cose, come piegare
uno a uno i fogli dello scottex, che usa in quantità industriale come fazzoletti o tovaglioli. La compagnia del
nipote e dei suoi due figli le allevia leggermente il dolore della solitudine.
Ofelia sente il tempo scorrere inesorabile, sta perdendo la memoria, non si ricorda le storie e le canzoni di
un tempo. Spesso non si ricorda i nomi dei due mariti, né dei figli e dei nipoti. Non si ricorda dei tanti viaggi
che ha fatto. Dei lavori svolti. Trova dolore in tutto questo. Io ci parlo e cerco di farle ricordare qualcosa, di
lavorare sulle emozioni. E qualche volta funziona.
Ofelia si trasforma, gioca insieme a me. Un po’ come quel personaggio femminile di Shakespeare
cerca la felicità, rincorre la libertà e la consapevolezza, arrabbiata dai troppi anni che gli hanno portato via
tanto. Poi le leggo una fiaba per addormentarla, tuffandosi nel passato con le immagini in super 8 familiari, di tanti anni fa.

Credits

Director:

Genre:

Time:

Country & Year of Production:

Language:

Status:

 

Production:

Pierfrancesco Bigazzi

Short Documentary 

15'

Italy, 2021

Italian

Post-Production

Materiali Sonori Cinema

Pierfrancesco Bigazzi

Classe 1988, socio dell’etichetta discografica indipendente Materiali Sonori. Laureato in Lettere e Filosofia corso Musica e Spettacolo dell’Università di Siena, con una tesi su Martin Scorsese e il suo rapporto con la musica. La sua passione per le arti performative lo porta a recitare in numerosi spettacoli teatrali e piccoli ruoli cinematografici e ad occuparsi di scenografia e disegno di luci teatrali. 

La sua passione per il cinema e la macchina da presa lo porta a confrontarsi con la regia a partire dalla realizzazione di numerosi videoclip musicali per artisti quali Riccardo Tesi, Arlo Bigazzi, Ginevra Di Marco, The Gang e molti altri del panorama musicale indipendente. Attivo sul sociale, in collaborazione con alcune associazioni e cooperative ha curato piccoli documentari e reportage. Dal 2018 è diventato direttore artistico e produttore delle residenze artistiche cinematografiche “IMMERGE – San Frediano” realizzate con il sostegno del Mibac e Siae, di cui sta attualmente curando la realizzazione della seconda edizione. 

Nel 2019 è organizzatore della Rassegna cinematografica sulle realtà urbane del mondo dal progetto sociale Rigenerazioni di quartiere sostenuto dalla Regione Toscana; produttore esecutivo del corto/Documentario sull’associazionismo a Scampia (NA) Giù per Terra di Samuele Alfani, prodotto da Tribeca Factory, in collaborazione con Blanket Studio del film documentario Basta Compiti di Rossano Dalla Barba e Giovanni Lumini. Ha inoltre prodotto il cortometraggio LikeNarciso di Roberto Maria Nesci, che uscirà nel 2020. Realizza come regista e direttore della fotografia alcuni videoclip Graveyard Blues dei The Rock’n’Roll Kamikazes (prod. FotoSintesi Lab), L’innocenza Dentro Me di SALE, Fuck di LANGO e KLAUDIO VVS, Cosmic Gathering dei Flame Parade.

© 1977 Materiali Sonori S.N.C.